Parte II: Il Frignano

Luogo abitato originariamente da una delle tribù di barbari liguri conosciuta come Friniati, questa zona dell’appennino ha sempre custodito segreti e forgiato persone dal difficile carattere indurito dalle aspre condizioni e dall’isolamento. I signori delle valli del Frignano sono uomini cresciuti nella roccia e solo una famiglia locale fu in grado di mantenerli sedati, i Montecuccoli, fedeli e protetti dall’Imperium per il quale il patriarca Raimondo combattè tornando da una famosa battaglia campale sul fiume Raab contro l’impero Ottomano con un carro ricolmo di teste di turchi. Raimondo usufruisce di aquile imperiali giganti per controllare il dominio Frignanese, delegando al ramo cadetto dei Montecuccoli-Laderchi la gestione dell’exclave imperiale di Guiglia, marchesato dove per altro vengono addestrate le aquile giganti.

Caratteristica dei borghi del frignano, spesso in abitazioni singole ma anche comuni, talvolta nei castagneti sono i metati, capanni adibiti all’essiccazione delle castagne che nei primi mesi invernali si riempiono di questi frutti. Fumosi ma caldi, fungono da sale d’incontro per le comunità ed è li che è possibile comunicare con l’insulare e diffidente popolazione della regione.

  • PAVULLO
  • MONTEFIORINO
  • PALAGANO
  • PIEVEPELAGO
  • FRASSINORO
  • POLINAGO
    • Gombola
  • RIOLUNATO
  • SESTOLA
  • FANANO
    • IL LAGO SCAFFAIOLO
  • FIUMALBO
  • MONTECRETO
  • LAMA MOCOGNO
    • Castello di Rancidoro
  • MONTESE
  • ZOCCA
  • SERRA DI LEGORZANO
  • PRIGNANO
  • GUIGLIA