MIO A701

Ebbene si, possiedo questo bel palmarino, che tra le altre cose fa (mediocremente) anche da telefono cellulare. La ricezione è terribile: la qualità audio cosi cosi, ma quel che veramente snerva è che basta infilarsi in un posto al chiuso ed è molto probabile che eprda completamente il segnale. L’ho comprato un paio di anni fa su eBay a una cifra dignitosa (abbastanza lontana dai 499 euri proposti dalla casa madre (cazzo un milione di lire per un cellulare ci vuole un mentecatto), con ancora qualche mese di garanzia. A parte che si è spappolato subito il pulsante di reset, che non esistono copertine per il monitor se non quelle grosse da ritagliare a mano, e che l’assisnza in Modena è inesistente, devo dire che ne sono sempre stato contento.

Prima di questo avevo un cellulare da 30 euro preso al Mediaworld e un palmarino della HP, il 1940 con un’antenna SirfSTAR Navigon della Fortuna. Adesso se non altro ho un solo pezzo da portarmi dietro, e questo non è poco (anche perchè il 1940 aveva problemi con il bluetooth e non potevo usare l’antenna GPS).

Qualche mese fa è uscito windows mobile 6 e ho voluto provare ad installarlo. La procedura di upgrade del S.O. in un palm è un po’ diversa da quella dei PC. Si fa tramite cavo USB, disattivando l’Activesync e installando un programmino che permette di “flash”-are la ROM del dispositivo. La cosa carina è che non c’è una ROM standard da installare, ma devo sceglierla tra dozzine, tutte piene di bug, spesso nascosti. Ne ho trovata una carina, leggera e abbastanza completa, sul forum di PocketPCItalia. Procedura OK (una volta capito come tenere il palm per premere tutti e tre i pulsanti contemporaneamente per entrare in modalità upgrade.

E dopo un po’ sorgono i casini. Non sono cominciati subito, in modo che potessi capire che la colpa di quel che stava succedento era della nuova ROM. No, sono cominciati dopo un paio di giorni. Il palm si riavviava di continuo. In un primo momento quando lo attaccavo all’USB del PC. Poi anche durante un viaggio in macchina quando l’alimentazione proveniva dall’accendisigari. Ho cercato una batteria di ricambio, e fu li che mi resi conto che nella mia città, se hai un Mio sei fottuto. Nessun ricambio, nessuno che ci volesse metter mano. Poi d’imporvviso 10 anni e rotti di esperienza nel mondo dell’informatica mi sono venuti in aiuto. Come nella chiropratica dove devi massggiare un piede per farti passare il male al collo, ho iniziato a prendere in considerazione il software. Ho scaricato una ROM Inglese dal sito UK non ufficiale della MIO… e d’improvviso tutto Ok. Piu veloce di prima, stabile, e grazioso all’occhio (salvo per l’orrendo effetto embossing sulla tastierina virtuale). Ho sudato un po’ perchè temevo un calo di tensione durante il flashing della ROM… e allora sarebbero stati cazzi…. ma finalmente ho di nuovo palm e cellulare dopo 3 settimane di abbandono. Non che mi mancasse tanto il cellulare, anzi quasi quasi disabilito il telefono e faccio finta che sia ancora rotto.

July 9, 2008

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.